2 agosto 2008

Carrè di agnello ai sapori Provenzali


Ok. Posso affermare che sono diventato proprio bravo!
Posso anche affermare che una prelibatezza del genere erano anni che non la mangiavo, o forse non l'ho mai mangiata una cosa così buona!
Premetto che ho trovato questo bel pezzo di carne al supermercato e non dal macellaio, altrimenti mi sarei fatto lasciare gli ossicini più lunghi per una bella presentazione, ma il sapore ha ovviato alla mancanza di ossa lunghe...
La ricetta originale io l'ho come al solito personalizzata aggiungendo ingredienti che mi potessero riportare con l'olfatto ai sapori della bellissima Provenza, e il risultato è stato ottimo.
Ma veniamo alla ricetta!

Ingredienti (per 2 persone):
1 carrè di agnello (circa 500g)
1 spicchio d'aglio
3 rametti di timo fresco
una manciata di bacche di pepe rosa
a piacere, un po' di erbette aromatiche (anche secche)
q.b. di olio evo, burro, sale, pepe

Esecuzione:
Prendete una padella e scaldate l'olio con un po' di burro. Quando è caldo, rosolate il carrè di agnello a fuoco vivace circa 1 minuto per parte in modo che i succhi rimangano all'interno.
In un piattino, metteteci il burro (a pomata) e aggiungeteci il sale, il pepe, le foglioline del timo, le erbette aromatiche (evitate il rosmarino e la salvia freschi, altrimenti "ammazzano" la delicatezza di questa preparazione), mezzo spicchio d'aglio schiacciato e qualche bacca di pepe rosa.
Mescolate il burro con tutti gli ingredienti e preparatevi a sporcarvi le mani...
Prendete il carrè precedentemente rosolato e cospargetelo con il burro aromatizzato "massaggiandolo" con le mani. Mi raccomando di usarlo TUTTO (e abbondate pure con il burro!!!).
Prendete un foglio abbastanza grande di carta da forno, mettetelo in una pirofila e adagiatevi il carrè di agnello aggiungendoci il restante mezzo spicchio d'aglio e qualche bacca di pepe rosa.
Chiudete il "cartoccio" della carta da forno e infornate per 10 minuti a 200° per una cottura "al sangue". Se volete ottenere una cottura media lasciarlo per 15 minuti, per una "forte" cottura invece lasciatelo in forno per 20 minuti circa.
Una volta terminata terminata la cottura, aprite il cartoccio (facendo attenzione ai vapori!!!), adagiate il carrè sul piatto e nappate con i grassi che trovate in fondo al cartoccio.
Aspettate 5 minuti prima di mangiare il carrè (lo so che è dura quando sentirete il profumo...) in modo che gli umori si redistribuiscano uniformemente.
Non posso che auguravi buon appetito!!!



13 commenti:

babi ha detto...

complimenti, è una vera delizia!

Camomilla ha detto...

Buongiorno Giacomo! La ricettina mi ispira tantissimo, ma purtroppo non sono un'amante dell'agnello... pensi che potrei sostituirlo con un altro tipo di carne, maiale ad esempio?
Buona giornata!

GIACOMO ha detto...

@CAMOMILLA: Certo, il maiale si sostituisce perfettamente. Non ti garantisco però la morbidezza che ho ottenuto con l'agnello...

VANESSA ha detto...

qst è un commento un po' DI PARTE ma qst volta non posso esimermi da dare un giudizio....vi giuro una prelibatezza del genere non l'ho mai mangiata e dire che di ristoranti ne giriamo! l'agnello era morbidissimo, il burro conferiva quel gusto delicato e si sposava perfettmente con le erbe eromatiche ma non troppo forti che impreziosivano la preparazione. il risultato? la carne si tagliava con la forchetta e andava giù un boccone dietro l'altro senza esserne mai stufi! ah non era nemmeno pesante e dato che per farlo ci vuole al massimo 30 muinuti tra preparazione a crudo, rosolatura e cottura in forno ve lo condsiglio vivamente! il mio amoruccio HA DECISAMENTE SUPERATO SE STESSO!

Carmen ha detto...

che blog interessante e stuzzicante
alla prossima

andrea matranga ha detto...

buono, magari lo proverò in autunno ai da me ci sono 35° brava

VANESSA ha detto...

BRAVO L'HA FATTO GIACOMO! :-) a cesare quel che è di cesare

Uberta ha detto...

Bravo!!!
Ha un aspeto molto appetitoso e sembra anche di sentirne il profumo

Pippi ha detto...

ottimo veramente ed ha un aspetto straordinario! ciao pippi

Viviana ha detto...

non ho mai mangiato un carrè di vitello... l'aspetto è incredibilmente invitante! voglio provarlo!! :D
un bacio grande!

VANESSA ha detto...

VERAMENTE IL CARRè è DI AGNELLO...chi ha le visioni?te o giacomo che ha scritto male da qlc parte? :-p

La Cuoca ha detto...

Il tuo blog è molto interessante. Io ho fatto da poco un blog di ricette di cucina. Se vuoi vieni a vederlo!
Ciao

scricciolo ha detto...

Ok, è in forno... speriamo bene!
E' la mia prima volta con l'agnello :P